SICURCAVE Il Portale per la sicurezza dei cavatori
SICURCAVE Il Portale per la sicurezza dei cavatori
Normative Legge 626 Legge 624 Prevenzione DPI Primo Soccorso Antincendio Link Test di verifica Informazioni
Torna alla home

Smussatura degli angoli su blocchi grezzi
Smussatura degli angoli su blocchi grezzi
Taglio della pietra
Taglio della pietra
Sezionamento e riquadratura bancate e blocchi in cava.

Prevenzione

Lavorazione della Pietra


Durante la fase di lavorazione della pietra avvengono la maggior parte degli infortuni; le fonti di rischio sono:

A - Carenze strutturali dell'ambiente di lavoro
B - Agenti fisici:
C - Agenti chimici (polveri)
D - Vapori nocivi

A- CARENZE STRUTTURALI DELL' AMBIENTE DI LAVORO

Accorgimenti elementari come la pulizia periodica degli ambienti di lavoro e l'adozione di sistemi di raccolta delle acque di lavorazione, sono il primo passo per la riduzione dell'incidenza degli infortuni, integrato dall'uso di specifici dispositivi di protezione.

Lavorazione della pietra

B- AGENTI FISICI:

Rumore:
Una ripetuta e prolungata esposizione a eccessivi livelli di rumore possono portare a gravi patologie dell'apparato uditivo.
L'ipoacusia da rumore di natura professionale è una delle patologie maggiormente indennizzate.
Il rumore è ritenuto lesivo per l'udito sopra i 90 decibel, sotto questa soglia sono possibili degli effetti extra-uditivi che riguardano l'apparato cardiovascolare e gastroenterico.
Non vanno neppure sottovalutati gli effetti neuro-psichici che comportano l'allungamento dei tempi di reazione e l'aumento di errori durante lo svolgimento del lavoro.
Le potenziali fonti di rumore includono:

  • i compressori
  • i martelli pneumatici
  • le perforatrici e macchinari utilizzati in cava


Dove possibile, queste fonti di rumore dovrebbero essere attutite con l'utilizzo di materiali fono-assorbenti, in modo da ridurre le emissioni di rumore a livelli tollerabili.
Un'altra soluzione è il mantenere la fonte di rumore il più lontano possibile dalle persone.
In caso queste elementari misure non potessero essere rispettate, tutte le persone sottoposte ad un livello di rumore che superi la soglia dei 90 decibel dovrebbero far ricorso all'utilizzo di tappi per le orecchie o cuffie protettive.
Dal momento che il martello pneumatico supera sempre e comunque la soglia dei 90 decibel ogni persona che adopera questo strumento o che comunque si trova nelle sue immediate vicinanze, dovrebbe fare ricorso al paraorecchie.

Lavorazione della pietra

Vibrazioni :
I lavoratori che fanno uso di perforatrici da roccia o di martelli pneumatici per un periodo di tempo superiore ad un' ora possono soffrire di dolori alle mani e alle braccia con conseguente intorpidimento degli arti.
Per evitare le patologie legate alle vibrazioni bisogna:

  • evitare di utilizzare le apparecchiature per troppo tempo;
  • usare mezzi moderni con equipaggiamento anti-vibrazione;
  • riparare o sostituire i vecchi macchinari ,in alternativa, infilare maniglie antivibrazione;
  • impugnare le maniglie in maniera non troppo serrata.

Una corretta manutenzione dello strumento può ridurre le vibrazioni dello stesso.
Non c'è nessun tipo di equipaggiamento personale che abbia il potere di eliminare gli effetti delle vibrazioni sulle mani e sulle braccia.

C- Agenti chimici (polveri) :

Gli agenti inquinanti dispersi nell'aria, come la polvere di minerale, principalmente sono prodotti durante la fase di perforazione, di trasporto, di escavazione e di esplosione del minerale.
Le persone esposte a polvere eccessiva per periodi prolungati possono soffrire di affezioni polmonari permanenti come la silicosi.

Ove possibile la fuga di polvere nell'atmosfera dovrebbe essere evitata o ridotta:

  • usando le tecniche di perforazione con acqua;
  • usando gli spruzzi d'acqua durante la fase di carico, scavo e perforazione;
  • in generale, tutta la superficie della pietra da lavorare dovrebbe essere mantenuta umida, per ridurre la fuga di polvere nell'atmosfera.

Nei casi in cui tali misure di controllo delle polveri non possano essere attuate, i cavatori esposti a concentrazioni eccessive di polvere dovrebbero usare sempre dispositivi di protezione personale, quali le mascherine anti-polvere.

D-Vapori Nocivi:

I vapori prodotti durante l'operazione di brillamento contengono gas tossici (anidride solforosa, protossido d'azoto, ossido nitrico, ecc.) i quali, una volta inalati, possono causare seri danni alla salute.
I minatori non dovrebbero avvicinarsi nell' area di lavoro dopo l'operazione di brillamento, fino a che la polvere ed i prodotti gassosi dello scoppio non si siano dissipati completamente.
Inoltre, lo scarico dei motori diesel contiene vapori nocivi.
L'esposizione frequente e prolungata agli scarichi diesel è un rischio per la salute e dovrebbe essere evitata.
Ove possibile, i mezzi a motore diesel non dovrebbero essere adoperati nelle zone vicine ai posti di lavoro.


Il Taglio della Pietra:

Avvio del taglio
Gli spigoli della pietra devono essere sempre smussati, prima di avviare il taglio per evitare il pericolo di rottura del filo; per gli spigoli accessibili deve essere fatto usando mazza e scalpello, per gli altri occorre far scorrere il filo a mano. Per diminuire l'attrito nella fase iniziale di taglio, posizionare sempre dei volanetti di guida sopra la bancata. Per evitare lo slittamento del filo sulla puleggia motrice deve essere azionato il volanetto per aumentare l'angolo di avvolgimento del filo nel tratto non teso. Detto volanetto dovrà essere allontanato non appena il trascinamento avviene correttamente. Occorre garantire sempre la presenza di un addetto al quadro comandi di ogni tagliatrice, con il compito, tra l'altro, di fermare il taglio quando qualcuno deve superare i limiti della zona a rischio preventivamente individuata.

Fase di taglio
Deve essere sempre assicurato, il raffreddamento del filo.
Quando si deve intervenire per accorciare il filo occorre:
1. Accertarsi che il taglio non abbia liberato cunei di roccia che possono franare, prima di avvicinarsi alla macchina.
2. Controllare nuovamente lo stato del filo con particolare attenzione all'usura del materiale di copertura del cavetto e alle giunzioni.
Verso la fine del taglio, è necessario ridurre la trazione e comandare in manuale l'avanzamento del filo.
E' necessario interrompere il taglio quando il raggio di curvatura del filo nella zona di taglio è pari al raggio del volano.
Si potrà procedere installando dispositivi costituiti da volanetti di rinvio "bicicletta" da applicare ai binari della macchina per impedire una eccessiva curvatura del filo nella successiva fase di completamento del taglio.
Dovrà essere evitata una eccessiva trazione del filo durante l'operazione di taglio.

Disposizioni finali
Il sorvegliante, prima di consentire le successive operazioni, esamina le superfici esposte e dispone l'eliminazione di eventuali parti pericolanti utilizzando idonei mazzi meccanici, dispone infine l'allontanamento delle parti sezionate e/o il posizionamento in equilibrio stabile.

Vibrazioni
Rumore
Polveri
Movimentazione manuale dei carichi
Segnaletica
Esplosivi
Lavorazione della pietra
Sicurezza nei piazzali
Ribaltamento di bancate e blocchi
Movimentazione di materiali e attrezzature




Torna su
NormativeLegge 626Legge 624PrevenzioneDPIPrimo SoccorsoAntincendioLinkTest di verificaInformazioni
Torna su