SICURCAVE Il Portale per la sicurezza dei cavatori
SICURCAVE Il Portale per la sicurezza dei cavatori
Normative Legge 626 Legge 624 Prevenzione DPI Primo Soccorso Antincendio Link Test di verifica Informazioni
Torna alla home

Applicare il palmo di una mano incrociata con l'altra all'altezza dello sterno, cioè nel mezzo del torace ed esercitare robuste pressioni alternate (cinque per ogni insufflazione bocca a bocca)
Massaggio cardiaco

Primo Soccorso

Il massaggio cardiaco

Procedere come segue:

  • La persona deve essere sdraiata sul pavimento, con la testa allo stesso livello del corpo e le gambe leggermente sollevate.
  • La testa non deve essere mai appoggiata su un cuscino o su qualunque cosa la sollevi, infatti tale posizione è rischiosa sia perchè ostacola l'afflusso di sangue al cervello, sia perchè la lingua potrebbe girarsi in modo da impedire la respirazione.
  • Applicare il palmo di una mano incrociata con l'altra all'altezza dello sterno, cioè nel mezzo del torace ed esercitare robuste pressioni alternate (cinque per ogni insufflazione bocca a bocca).
  • Premere ritmicamente (60 pressioni al minuto circa)
    E ' importantissimo che la compressione sia forte e decisa: per non sbagliare si devono tenere le braccia ben tese, quindi portarle verso il basso con un movimento "a pistone".
    Le pressioni da esercitare sono circa sessanta al minuto, ogni quindici compressioni, il soccorritore può riposarsi per qualche istante. Il massaggio va sospeso solo quando il cuore riprende a battere.
  • Se il soccorritore e' da solo e si trova nella necessità di combinare il massaggio cardiaco con la respirazione artificiale dovrà alternare due "soffiate" in bocca, compiute consecutivamente a quindici pressioni consecutive sul torace.
  • Se durante il massaggio cardiaco la persona vomita è opportuno girarla immediatamente su un fianco, asportando con le dita eventuali residui rimasti in bocca.
    Quindi la si deve far ridistendere al più presto sulla schiena, inclinando la testa all'indietro. Il massaggio cardiaco e la respirazione artificiale vanno ricominciati in fretta.

Per ricercare il punto di compressione il soccorritore:

  • fa scorrere due dita (indice e medio) della mano che si trova dalla parte dei piedi dell'infortunato, lungo il margine inferiore della gabbia toracica, risalendo verso il centro del torace, fino al punto in cui le coste si articolano con lo sterno;
  • appoggia due dita (indice e medio) dell'altra mano al di sopra di questo punto;
  • appoggia il "calcagno" della prima mano accanto alle due dita, tenendo le sue dita sollevate
  • appoggia il "calcagno" della seconda mano sopra l'altra, intrecciando le dita per tenerle sollevate onde non comprimere le coste

Ricerca del punto di compressione e massaggio cardiaco con le braccia perpendicolari al torace

Chiamata al 118
Esame dell'infortunato
Posizione di sicurezza
Respirazione bocca-bocca
Massaggio cardiaco
Trauma cranico
Trasporto di un ferito
Folgorazione
Intossicazione da aria alterata
Emorragia
Uso del laccio emostatico
Amputazioni
Shock
Distorsioni e Lussazioni
Frattura
Ustione
Svenimento
Colpo di sole
Cassetta del PS






Torna su
NormativeLegge 626Legge 624PrevenzioneDPIPrimo SoccorsoAntincendioLinkTest di verificaInformazioni
Torna su