SICURCAVE Il Portale per la sicurezza dei cavatori
SICURCAVE Il Portale per la sicurezza dei cavatori
Normative Legge 626 Legge 624 Prevenzione DPI Primo Soccorso Antincendio Link Test di verifica Informazioni
Torna alla home

I 3 gradi di ustione
Gradi di ustione

Ustione leggera:  mettere la parte colpita sotto acqua fredda

Ustione leggera: parte lesa sotto acqua fredda

Primo Soccorso

Ustioni

Le ustioni, a seconda della gravità, si dividono in:

  • ustioni di primo grado (eritema),
  • di secondo grado (bolle o e vescicole),
  • di terzo grado (cute carbonizzata e macerata).

Se l'ustione si estende a più di un terzo della superficie cutanea totale, c'è pericolo di blocco renale (la pelle non respira, i reni devono lavorare enormemente per eliminare i prodotti di disfacimento delle cellule distrutte e le altre sostanze tossiche).
Inoltre nelle ustioni esiste pericolo di shock e di disidratazione.

Ustioni Leggere

Fate scorrere acqua fredda sull’ustione per attenuare il dolore.
Lavatevi le mani con cura prima di toccare l’ustione.

Asciugare per compressione senza strofinare ed impolverare con talco.

Se non si sono formate vesciche, ungete con olio di vaselina o stendete la pomata per le ustioni che avete nella cassetta di pronto soccorso e coprite con una medicazione formata da diversi fogli di garza sterile posti l’uno sull’altro.
Se invece si sono formate vesciche, copritele con garza sterile per evitare il contatto con l’aria e le infezioni sempre possibili.

Se si sono formate vesciche, copritele con garza sterile per evitare il contatto con l'aria

Non applicate pomate né oli.
Non asportate la pelle in prossimità delle vesciche.



Non applicate pomate né oli e non asportate la pelle in prossimità delle vesciche


Attenzione: le ustioni, anche se superficiali, possono essere pericolose se sono molto estese. In tal caso chiamate il 118.

Ustioni di secondo e terzo grado

  • Se i vestiti hanno preso fuoco soffocate le fiamme con indumenti, coperte, sacchi, ecc..
  • Tenete il paziente sdraiato per diminuire lo shock
  • Se possibile, liberate la parte ustionata dagli abiti, tagliandoli in modo da non farli strofinare contro la pelle
  • Se l’ustione è grave ma poco estesa, coprite con garze sterili asciutte che, impedendo il contatto con l’aria, ridurranno il dolore e la possibilità d’infezioni.
  • Non somministrare bevande alcoliche
  • Chiamate o fate chiamare il 118

Colpo di calore

E' dovuto all'ambiente eccessivamente caldo ed umido.
In queste condizioni il sudore non può evaporare e quindi non si può realizzare dispersione di calore dall'organismo.
I principali sintomi che si avvertono sono : malessere, sete, rossore al viso, febbre, nausea, vomito.
Bisogna portare il
soggetto in ambiente più fresco e ventilato e fargli bere acqua (ma non gelata), per evitare di far scendere bruscamente la temperatura corporea.

 

Chiamata al 118
Esame dell'infortunato
Posizione di sicurezza
Respirazione bocca-bocca
Massaggio cardiaco
Trauma cranico
Trasporto di un ferito
Folgorazione
Intossicazione da aria alterata
Emorragia
Uso del laccio emostatico
Amputazioni
Shock
Distorsioni e Lussazioni
Frattura
Ustione
Svenimento
Colpo di sole
Cassetta del PS






Torna su
NormativeLegge 626Legge 624PrevenzioneDPIPrimo SoccorsoAntincendioLinkTest di verificaInformazioni
Torna su